Come pagare i Contributi trimestrali

Link sponsorizzati

Il primo trimestre di questo 2015 sta passando velocemente, febbraio è ormai alla fine e si avvicinano di conseguenza anche le scadenze per pagare le tasse trimestrali come i contributi. Se pagare i contributi prima era possibile solo tramite un bollettino postale, ora è possibile scegliere come effettuare questo tipo di pagamenti, tra cui anche la possibilità di farlo online.

Ma andiamo a vedere come, dopo aver fatto il calcolo dei contributi per la tua colf o badante (qui le istruzioni: http://www.mysuperjob.it/approfondimenti/calcolo-contributi-colf-e-badanti/), come fare per pagare.

Le modalità di pagamento sono molteplici (il bollettino postale incluso), il tutto per favorire il cittadino ed il datore di lavoro al meglio. Probabilmente la scelta migliore è di pagare online direttamente sul sito dell’INPS, nella sezione “Servizi al cittadino”, però ricordate che è possibile pagare solamente se avete un pin personale che è rilasciato dall’INPS stesso.

Se siete un cliente Unicredit Spa potete farlo online, basta entrare nel sito web della banca ed entrare con il vostro conto. Una soluzione facile e comoda, sarà possibile prelevare direttamente il denaro dal proprio conto corrente, il tutto senza costi aggiuntivi. Se invece non siete titolare di un conto potete recarvi, comunque, presso uno degli sportelli Unicredit e fare il pagamento in contanti (è possibile anche per chi ha un conto corrente presso la banca).

Un’altra soluzione per pagare i contributi è telefonicamente, basterà chiamare il telefono dell’INPS (numero verde) 803164 e fornire i dati della vostra carta di credito direttamente all’operatore che vi risponderà. Se non vi fidate potete direttamente recarvi in una tabaccheria che fornisce “Servizi INPS”, è un modo rapido e veloce.

Per poter pagare i contributi, ricordiamo, è necessario il Codice fiscale del datore di lavoro e il codice del rapporto di lavoro, automaticamente verrà proposto di pagare i contributi ad ogni trimestre senza richiederlo e/o chiamare ogni volta, in caso contrario potete anche scegliere di ripetere l’operazione ogni tre mesi.

Se ti piace Condividi...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *