Quanto Conviene l’Assicurazione Professionale RC

Link sponsorizzati

Da almeno 2 anni dell’economia italiana sembra essere di particolare rilievo tutto ciò che gira intorno all’ assicurazione professionale. Di cosa si tratta? Una copertura dal rischio esercitato dalla propria professione che, da quando è entrata a far parte di uno degli obblighi dei liberi professionisti come medici, avvocati, tecnici, commercialisti (articolo 3, punto 5, lettera del d.l.numero 138 del 13 agosto 2011), è persino diventata un bello spazio di investimento.

Intanto però non solo cose positive dal comparto assicurazione professionale. Se le compagnie assicurative ed i broker, infatti, si possono dire contenti perchè pare chiaro che l’obbligo ha causato ottimi introiti, dall’altro si trovano le posizioni delle associazioni di categoria che non sempre sono soddisfatte né dalle proposte contrattuali di rc professionale tanto meno dalle norme vigenti.

Da tempo le più note associazioni di categoria fanno notare che ad un obbligo di rc professionale da parte dei liberi professionisti non corrisponde di certo una accurata proposta di contratto rc professionale da parte delle compagnie assicurative che non hanno manco l’obbligo di fornire la copertura assicurativa al professionista.

rc_professionale

Da quanto poi è allo studio il ddl concorrenza, il quadro diventa ancora più complesso. Sembrerebbe che con il testo allo studio non vengano ridotti i costi di copertura assicurazione professionale ma diminuiranno le garanzie per i cittadini, sembra essere convinto di questo il presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella, che avrebbe esposto la sua posizione anche al Corriere della Sera.

Link sponsorizzati

Secondo Stella non viene salvaguardato il cittadino ma verrebbero aumentate le garanzie per le multinazionali e i i conglomerati finanziari che puntano ad entrare di peso nel mercato finanziario italiano proprio attraverso la fornitur adi contratti rc professionale. Possibile? Si tratta comunque di un punto di vista basato su una accurata analisi d’economia.

Secondo il Presidente della Confprofessioni in un quadro simile i professionisti si trovano a affrontare un livello di concorrenza maggiore causato anche dalle differenze di rc professionale e di assicurazione. Pare chiaro che il cliente prediliga il professionista meglio assicurato a discapito di chi , magari neoprofessionista, non può permettersi il pagamento di una rc professionale con un premio annuo elevato.

Con il ddl concorrenza, secondo quanto emerge della dichiarazione di Stella rilasciata al Corriere della Sera, il risultato sarà l’abbassamento delle tutele e delle garanzie di qualita’ e sicurezza delle prestazioni a favore dei cittadini, senza peraltro una concreta riduzione dei costi dei servizi. Un qualcosa che non piace specie ai professionisti.

Intanto durante una delle ultime audizioni alla Camera, la Confprofessioni egregiamente rappresentata da Stella ha spiegato quali sono i punti del DDL concorrenza che non piacciono.Focus massimo per quanto compete le assicurazioni professionali.

Se ti piace Condividi...Share on FacebookTweet about this on Twitter

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *